We are apologize for the inconvenience but you need to download
more modern browser in order to be able to browse our page

SICUREZZA

La tranquillità
di chi acquista e consuma
è puro orgoglio aziendale.

30 giugno 2017

Alimentazione infantile e salumi

Nell’alimentazione infantile è importante saper scegliere ogni pietanza per il suo valore nutrizionale.
“Buono a sapersi” a cura di Jessica Lops (Dietista)  

L’alimentazione infantile oggi rappresenta un argomento molto delicato e soggetto molto spesso a fraintendimenti. Essa, fin dallo svezzamento, va seguita con attenzione poiché una dieta sana ed equilibrata garantisce ai bambini un corretto sviluppo.

Gli alimenti, in particolare quelli più complessi, vanno introdotti gradualmente in base all’età per abituare il sistema gastrointestinale.

Sui salumi esistono opinioni contrastanti: alcuni genitori, come anche i medici, nutrono qualche riserva; altri, invece, sono più tolleranti. In generale comunque la moderazione è sempre la migliore soluzione ed è altrettanto consigliato optare per prodotti di sicura provenienza e preferibilmente senza conservanti.

E’ importante inoltre scegliere ogni pietanza per il suo valore nutrizionale e non per l’aspetto o la golosità, ed è fondamentale trasmettere questo messaggio anche ai nostri bambini. L’obiettivo rimane sempre quello di garantire un’alimentazione sana e varia.

I salumi sono appetibili e sicuramente piacciono molto. Essi possono essere consumati all’interno dei pasti principali o saltuariamente a merenda. Il prosciutto cotto rappresenta per i bambini un pasto certamente gustoso, meglio se sgrassato, privo di polifosfati e di lattosio.

Il prosciutto crudo è un alimento altrettanto valido ma per la concentrazione di sale è consigliabile limitarne il consumo. Per quanto riguarda il salame, i pediatri consigliano di introdurlo nella dieta dopo i sei anni. Ciò non toglie che ogni tanto possiamo concedere ai nostri piccoli un panino con salame, fermo restando che il consumo deve essere sporadico.

In generale i salumi apportano circa 15 gr di proteine e circa 130 Kcal per 50 gr di prodotto, ovviamente l’apporto calorico scende, se si prediligono salumi di alta qualità e li si priva del grasso visibile

Per una dieta sana ed equilibrata è preferibile accompagnarli sempre a verdura o carboidrati, per riequilibrare il livello di sodio e i grassi.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+
L'alimentazione durante la gravidanza
Salumi e sport

Comments are closed.

Top
LOADING CONTENT