We are apologize for the inconvenience but you need to download
more modern browser in order to be able to browse our page

DEONTOLOGIA

Il punto in cui l’operatività
incontra l'etica.

18 maggio 2015

All’EXPO milanese un padiglione per la lotta alla malnutrizione

Save the Children raccoglie le storia di giovani immigrati per ricordarci la battaglia di molti per avere la giusta alimentazione

 

Quante volte attraverso immagini televisive, fotografie e documentari, veniamo a conoscenza di storie di immigrazione, ne soffriamo empaticamente le sorti, ma senza esserne completamente assorbiti attraverso uno scambio reale.
Oggi l’Expo di Milano offre l’occasione di conoscere l’altra parte del mondo. Un padiglione di bambù raccoglie le storie dal Senegal, Marocco, Egitto e Albania di giovani immigrati, che con mezzi di precaria fortuna hanno raggiunto le coste italiane.
La struttura del padiglione che si sviluppa su un’area di 800 metri quadrati, è smontabile per potere essere in futuro installata in nuovi contesti ed è stata costruita dai ragazzi stessi, protagonisti delle storie.
Ma cosa avviene precisamente? Che tipo di esperienza attende il visitatore?
Il focus del progetto è la malnutrizione infantile e di conseguenza l’esigenza di rilanciare gli obiettivi che devono essere raggiunti per debellare le ingiustizie alimentari e sanitarie, che condannano ogni anno 3 milioni di bambini, sotto i cinque anni, a morte certa.
Il padiglione offre l’occasione a ogni visitatore di immergersi direttamente nella vita povera di un villaggio attraverso il gioco dell’immedesimazione, ma al tempo stesso di esercitarne un cambiamento. Infatti ognuno verrà accompagnato in un viaggio virtuale da un bambino con cui condividerà una vita assente di agi, certezze e con lui dovrà operare delle scelte per vivere e sopravvivere. Due esistenze distinte e lontane cammineranno mano nella mano.
Quale migliore modo di recepire il messaggio di Papa Francesco, contenuto nel saluto rivolto durante l’inaugurazione di Expo, quando ci ha ricordato che il motto: “Nutrire il pianeta, energia per la vita” non può prescindere dalla consapevolezza che un cibo per essere giusto e sano deve essere soprattutto sufficiente e per tutti, a prescindere da luogo di nascita, estrazione sociale, sesso e religione.

http://www.savethechildren.it/

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+
In Francia i supermercati non potranno gettare via il cibo
Regalare una "seconda opportunità"

Comments are closed.

Top
LOADING CONTENT