We are apologize for the inconvenience but you need to download
more modern browser in order to be able to browse our page

SICUREZZA

La tranquillità
di chi acquista e consuma
è puro orgoglio aziendale.

26 ottobre 2015

Cleanrooms per combattere le contaminazioni

Aria pura e sterile, più che in una sala operatoria, per produrre chip, alimenti e farmaci.

Oggi negli stabilimenti di ricerca industriale e scientifica, così come nei reparti di produzione di farmaci, di microelettronica e di alimentari vige l’obbligo di effettuare parte delle lavorazioni nella cosiddetta “camera bianca” o “cleanroom”, un ambiente adibito a laboratorio chimico, meccanico e/o elettronico la cui caratteristica principale è la presenza di aria molto pura, cioè a bassissimo contenuto di microparticelle di polvere in sospensione.
I pionieri di questa tecnologia sono stati gli americani e le origini sono da attribuire alle prime industrie di microelettronica, e in particolare per la lavorazione dei semiconduttori (come il silicio) che, avendo bisogno di incrementare sia l’efficienza di produzione che la qualità dei prodotti in termini di purezza, hanno sviluppato le prime camere bianche.
Nel processo di produzione dei semiconduttori, le particelle in sospensione nell’aria vanno a danneggiare irreparabilmente le micro-fotoincisioni che formano i chip, creando un circuito elettronico difettoso e quindi uno scarto. Questa modalità di produzione si è poi estesa ad altri ambiti, anche quello alimentare, dove pulizia e sicurezza sono due fattori che marciano affiancati.
Il funzionamento di una camera bianca si basa in sostanza sul principio di ricircolo forzato di aria super-filtrata in una stanza sigillata. “La purezza dell’aria nelle nostre camere bianche – spiega Cesare Fumagalli, presidente dell’omonimo gruppo, specializzato nella trasformazione delle carni suine in prodotti sia stagionati che cotti, – è quella di una sala operatoria, e quindi le persone che vi lavorano devono indossare camici sterili, copriscarpe, cuffie e mascherine. Nei nostri stabilimenti all’interno delle camere bianche viene effettuato il confezionamento dei prodotti affettati. Per evitare contaminazioni i prodotti vengono inoltre gestiti con particolari procedure igieniche e, ogni due ore, sottoposti a controlli specifici della qualità. Sulle linee in cui è stato possibile, abbiamo anche introdotto i primi robot per il carico automatico”.

http://www.fumagallisalumi.it/

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+
Bere molta acqua tutti i giorni fa bene?
Riconoscere di avere un problema di peso è il primo passo per affrontarlo e risolverlo

Comments are closed.

Top
LOADING CONTENT