We are apologize for the inconvenience but you need to download
more modern browser in order to be able to browse our page

FILIERA

Un approccio pionieristico,
nato con il nome Fumagalli.

30 dicembre 2016

Cotechino e Zampone i protagonisti dell’ultimo dell’anno

La filiera Fumagalli garantisce qualità, sicurezza e rispetto delle tradizioni nella preparazione dei salumi cotti delle feste.

Durante il veglione di San Silvestro e il pranzo di Capodanno un piatto trova sempre posto sulla tavola degli italiani: il cotechino e lo zampone con le lenticchie.
E’ una tradizione antica, come le regole per la produzione di questi gustosi salumi cotti, che non potevano mancare tra i prodotti della filiera Fumagalli per le feste di fine anno.

Le origini di questa squisita tradizione è incerta, mentre tutti concordano sul significato simbolico delle gustose fette rosee sul letto di lenticchie verdi: un augurio di abbondanza e di ricchezza.
Più facile è l’etimologia del loro nome. Il “Cotechino” deriva il suo dalla cotenna di maiale, la cotica, mentre lo “Zampone” deve il suo nome al fatto che il trito di carni di maiale viene insaccato nella zampa del maiale svuotata.
Ovviamente ogni produttore ha i suoi segreti nella formula nell’impasto di carni scelte, cotenne e grasso mescolato con sale, spezie ed insaccato in budello naturale.

L’idea di tritare ed insaccare la carne nella pelle della zampa del maiale pare sia nata nel 500 durante l’assedio dell’esercito di Papa Giulio II alla città di Mirandola, vicino a Modena. La popolazione, stremata dalla fame e non volendo lasciare i propri maiali alle truppe papali ormai prossime alla vittoria, decise, su suggerimento di cuoco concittadino, di macellare gli animali rimasti e di riempire con la carne condita un involucro formato dalla pelle delle zampe, per conservarla e cuocerla più avanti.

Ringraziando il geniale cuoco rinascimentale, gustiamoci i cotechini e gli zamponi Fumagalli in vendita sia freschi che già precotti, per chi a poco tempo, ma non vuole rinunciare alla qualità.

Il Cotechino e lo Zampone della filiera Fumagalli

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+
I primi dati sugli acquisti per i regali di Natale 2016 premiano la filiera alimentare nazionale
Il traguardo per il 2020 sono i 50 miliardi di euro

Comments are closed.

Top
LOADING CONTENT