We are apologize for the inconvenience but you need to download
more modern browser in order to be able to browse our page

SICUREZZA

La tranquillità
di chi acquista e consuma
è puro orgoglio aziendale.

27 maggio 2015

I continui allarmi sulla contaminazione dei cibi sono fondati?

Dagli esperti un consiglio per un’alimentazione più sicura

Parliamoci chiaro, se dovessimo ubbidire a cosa ci raccomandano ogni giorno la televisione e la radio o a quanto si legge su quotidiani e sul web non potremmo mangiare nulla. Ogni cibo è contaminato, adulterato e spesso cancerogeno: sia come alimento base, che come piatto alla fine della trasformazione, sia cucinato da noi, che comprato pronto da portare in tavola.

Le carni sono portatrici di inquinanti, farmaci, ormoni e nitrati. Il pesce bene che vada è pieno di mercurio. Per fortuna ci sono frutta e verdura. No, vi sbagliate! I pesticidi dove li mettette? E magari anche qualche modifica genetica di cui non conosciamo le conseguenze. I cereali sono salvi? Neanche, gli spagnoli hanno trovato l’arsenico nel riso, così sono fregati anche i celiaci.

Chi è sicuro delle materie prime deve poi affrontare il problema delle preparazioni e delle contaminazioni da contatto e anche in questo caso si scoperchia un vero e proprio vaso di Pandora.

Quindi siamo spacciati? Non possiamo fidarci di niente e di nessuno?

Fermi tutti, torniamo coi piedi per terra e ascoltiamo anche gli esperti e non solo le Cassandre, che costruiscono su allarmi e tragedie la loro fortuna. E’ giusto essere attenti e prudenti, le notizie spesso sono vere anche se a volte ingigantite, ma i controlli ci sono. Certo di quest’ultimi più se ne fanno e meglio è, ma bisogna anche dire che dal Piano Nazionale Residui sui controlli degli alimenti di origine animale – l’ultimo vale per il 2013 – su più di 38.000 analisi le non conformi sono state 46.

Quindi, controlli a parte che non dipendono da noi, come ci consigliano di comportarci gli esperti? Dobbiamo variare il più possibile tra le tipologie di alimenti e le preparazioni; e ricordarci che sebbene le dosi massime di residui di sostanze dannose ammesse sono molto cautelative, bambini e anziani sono categorie più deboli e da proteggere con maggiore attenzione evitando i cibi più rischiosi e di minor qualità.

http://www.fumagallisalumi.it/bio/

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+
In campo di sicurezza alimentare la produzione industriale è sinonimo di garanzia e di controlli
Vogliamo un numero sempre maggiore di informazioni per compiere scelte consapevoli

Comments are closed.

Top
LOADING CONTENT