We are apologize for the inconvenience but you need to download
more modern browser in order to be able to browse our page

FILIERA

Un approccio pionieristico,
nato con il nome Fumagalli.

9 gennaio 2017

I primi dati sugli acquisti per i regali di Natale 2016 premiano la filiera alimentare nazionale

Gli italiani risparmiano su tutto, ma non rinunciano alle prelibatezze del made in Italy.

Come vuole la tradizione: “l’Epifania tutte le feste se le porta via” ed inizia il momento dei bilanci.
Chi si pente di aver mangiato troppo, chi di aver bevuto troppo, veniamo tutti assaliti da un po’ di malinconia per le feste finite, ma anche dalla voglia di ricominciare.
E poi i regali, ci sono i più fortunati che hanno ricevuto quello che si aspettavano e desideravano e i più sfortunati che all’opposto fanno i conti con regali indesiderati e inutili.
I primi dati sugli acquisti del fine anno 2016 hanno confermato una tendenza degli anni scorsi sui regali: ciò che mette tutti d’accordo e non scontenta mai nessuno sono i prodotti alimentari.

Un’indagine di Confcommercio-Imprese rivela che i generi alimentari restano il regalo più diffuso, poco meno del 74% degli italiani regala alimenti a Natale.
La tradizione di qualità della filiera alimentare del nostro paese e una passione diffusa per la buona tavola continuano a spingere gli italiani all’acquisto delle prelibatezze della nostra produzione agroalimentare, in fondo chi non è felice di ricevere vino, dolci, salumi e conserve?

La crisi economica, che non abbandona il Belpaese, ha anche contenuto l’aumento dei prezzi, che sono rimasti in linea con quelli del 2015, se non addirittura in alcuni casi leggermente calati. Le rinunce dei consumatori, obbligate un po’ su tutto, pare non abbiano intaccato la tradizione di pranzi, cene natalizie e di fine anno.

E allora con moderazione, privilegiando qualità e sicurezza dei prodotti italiani, se non abbiamo già mangiato tutto quanto ci è stato regalato, godiamoci ancora un po’ di giorni di prelibatezze alimentari.
In fondo quale miglior cura alla nostalgia per le feste finite di ritrovarsi ancora una volta con amici e parenti affettando un buon salame e brindando con un buon bicchiere di vino?

I prodotti della filiera Fumagalli

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+
Il 2016 è stato un anno con il segno positivo per la filiera suinicola italiana
Cotechino e Zampone i protagonisti dell’ultimo dell’anno

Comments are closed.

Top
LOADING CONTENT