We are apologize for the inconvenience but you need to download
more modern browser in order to be able to browse our page

DEONTOLOGIA

Il punto in cui l’operatività
incontra l'etica.

13 novembre 2015

In Costa d’Avorio si usano gli scarti della lavorazione agricola come materia prima per il sapone

Un progetto di emancipazione femminile, promosso dall’azienda dolciaria Zaini, per produrre sapone con gli scarti del cacao.

Il progetto si chiama “Le nuove donne del cacao” ed è stato ideato da Solange N’Guessan, direttrice di 18 cooperative di coltivatori di cacao in Costa d’Avorio, a San Pedro.
L’impresa, sostenuta dall’azienda dolciaria milanese produttrice di cioccolato Luigi Zaini Spa, è dedicata esclusivamente alle donne ivoriane e punta a industrializzare la produzione domestica di sapone ottenuto dagli scarti della lavorazione del cacao.

Il nuovo sapone si chiamerà Olga Z., in onore di Olga Zaini, una delle prime imprenditrici di successo in Italia che a cavallo delle due guerre aveva guidato l’azienda familiare creando già lavoro ed emancipazione per moltissime donne.
La fase iniziale del progetto prevede il coinvolgimento di un centinaio di donne che in un anno potranno produrre oltre 300 mila saponi, aumentando esponenzialmente il loro reddito e migliorando, di conseguenza, la propria condizione sociale all’interno della famiglia e delle comunità rurali in cui vivono.
I saponi prodotti saranno commercializzati solo a livello locale.

La produzione domestica del sapone ora è esclusivamente manuale e volta a soddisfare solo le esigenze familiari.
Il procedimento di creazione del sapone avviene attraverso l’utilizzo dei gusci essiccati dei frutti del cacao. Dopo aver fatto bruciare i gusci delle cabosse, il risultato della combustione raccolto in contenitori di legno, viene battuto a mano con i bastoni, fino ad ottenere la polvere di potassio. Mescolandola con olio di palma e palmisto (panetti semisolidi) in diverse fasi sia a caldo sia a freddo, si ottiene la pasta di sapone, che viene poi modellata e messa a solidificare in apposite griglie di legno.
L’impegno dell’azienda milanese è di introdurre nel lungo periodo tecniche migliorative di produzione e costruire luoghi di lavoro idonei per le donne. L’aumento della disponibilità del sapone porterà anche dei benefici igienico-sanitari per la popolazione ivoriana.

http://www.fumagallisalumi.it/

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+
Consumatori più attenti a ciò che mettono nel piatto, verso un mondo sostenibile
Benessere animale e standard elevati di allevamento


Comments are closed.

Top
LOADING CONTENT