We are apologize for the inconvenience but you need to download
more modern browser in order to be able to browse our page

DEONTOLOGIA

Il punto in cui l’operatività
incontra l'etica.

17 febbraio 2017

La carne di maiale inserita nella dieta dell’American Institute for Cancer Research

Dal prestigioso istituto americano per la lotta ai tumori la conferma dell’importanza di evitare inutili allarmismi.

La notizia dell’inserimento nella sezione “Healthy Recipes” dell’American Institute for Cancer Research di filetto e braciole di lombo di maiale è stata riportata anche dal Corriere della Sera e non poteva essere differentemente ricordando la polemica di soli pochi mesi fa sulla pubblicazione di un’agenzia dell’OMS che correlava al consumo di carne un aumento del rischio di incidenza di alcune forme tumorali.

In verità nulla di strano, già il testo dell’OMS, non solo parlava di aumento di rischio di incidenza, ma lo correlava alla quantità e alla frequenza di consumo della stessa.
I livelli di consumo medi nel nostro paese sono ben al di sotto della soglia di rischio e, nella maggior parte dei casi, inseriti in quella varietà di alimentazione, che rispettando la corretta piramide alimentare, ci pone tra i virtuosi della tavola nel mondo.

Non bisogna poi dimenticare che la carne stessa di maiale è molto cambiata. Metodo di allevamento, genetica e alimentazione dei suini hanno fatto calare il contenuto di grassi nella loro carne, con una riduzione marcata degli acidi grassi saturi a favore dei polinsaturi.

A tavola non si deve rinunciare a nulla se non si esagera e si rispetta una dieta varia ed equilibrata. Ricordiamoci infine che la nostra dieta “mediterranea” è universalmente considerata tra le migliori, quella che garantisce un’alimentazione sana per stare in forma senza rinunciare ai piaceri della cucina italiana.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+
Fumagalli in tavola
Chef e cibo protagonisti in TV

Comments are closed.

Top
LOADING CONTENT