We are apologize for the inconvenience but you need to download
more modern browser in order to be able to browse our page

FILIERA

Un approccio pionieristico,
nato con il nome Fumagalli.

3 giugno 2015

La filiera della carne è una delle più virtuose della produzione agroalimentare italiana

Non solo il consumo delle risorse, ma anche la qualità dei processi di produzione influiscono sull’impatto ambientale.   

 

Se tra la varietà di cibi che si scelgono per la propria dieta è presente anche la carne italiana, il motivo è attribuibile non solo alla garanzia di qualità sul piano di un corretto comportamento alimentare, ma anche dal positivo impatto economico e ambientale che deriva dal suo consumo.

La carne italiana se consumata secondo i canoni di una dieta mediterranea, è un alimento fondamentale per salute fisica dell’individuo e rappresenta per l’organismo il principale apporto non solo proteico, ma anche di Vitamina B12, Zinco, Selenio, B2, PP e Ferro, ossia di tutti quei micronutrienti che nei prodotti vegetali sono scarsamente presenti. Senza dimenticare di come molti casi di sovrappeso, obesità e ipertensioni derivino proprio dalla diminuzione del consumo di carne.

Per quanto riguarda l’impatto ambientale, la filiera delle carni italiane è molto efficiente, poiché riesce a trovare un punto di equilibrio tra l’incremento della domanda da parte del consumatore e un uso ottimizzato delle risorse produttive, grazie ad allevamenti in cui il tasso di spreco è bassissimo rispetto ad altri settori agroalimentari.

La filiera della carne italiana è anche virtuosa per i costanti e numerosi controlli del nostro sistema veterinario, che gode di fama e prestigio internazionali.

Da non dimenticare è il ruolo dei consumatori che difficilmente sprecano le carni italiane, in quanto il valore economico, sociale e ambientale che deriva dalla sua produzione è maggiormente percepito rispetto ad altri cibi.

Per il 2050 la popolazione del globo terrestre raggiungerà i 9,3 miliardi e il consumo di prodotti di origine animale aumenterà del 70%. Per questo motivo è indispensabile trovare un punto di equilibrio tra produzione, ambiente, aspetto sociale ed economico, perché l’allevamento animale possa rimanere una risorsa alimentare per tutti.

http://www.fumagallisalumi.it/filiera/

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+
La filiera della carne italiana è sicura?
La biodiversità è la carta vincente dell'agricoltura italiana

Comments are closed.

Top
LOADING CONTENT