We are apologize for the inconvenience but you need to download
more modern browser in order to be able to browse our page

SOSTENIBILITÀ

Massimo impatto sui consumatori,
minimo impatto sull’ambiente.

8 luglio 2016

L’Italia si scopre virtuosa per quanto riguarda il riciclo dei rifiuti

Sembrano superati gli anni bui del cassonetto indifferenziato anche nel nostro paese.

In dieci anni siamo passati da un tasso medio di riciclo del 17,6% del 2004 al 42,5% del 2014, una crescita importante soprattutto se pensiamo che alla fine degli anni 90 questo valore non superava il 5%.
In tutti le regioni italiane ci sono poi comuni super virtuosi con tassi medi di raccolta del 65%. Questi 1.500 municipi italiani dimostrano che immaginare una società a riciclo totale o quasi non è impossibile anzi, basta pensare a Ponte nelle Alpi nel bellunese dove gli 8.500 abitanti riciclano il 90% dei rifiuti.

I virtuosi non sono solo nel Veneto e una bella sorpresa arriva anche dal mezzogiorno d’Italia. Il cliché della Campania come pecora nera è falso, eccettuate le difficolta di Napoli, la maggior parte dei comuni campani raggiunge la fatidica soglia dl 65% e anche il capoluogo sta cambiando e in meglio.
Laddove le politiche ambientali sono state applicate con rigore e dove si sono date reali opportunità per cambiare ai cittadini, i risultati non sono mancati. Un esempio è Catania, dove alcuni quartieri sono riusciti a passare in pochi mesi dall’11% al 60%.
Il primato geografico della virtù è adesso nelle mani di Marche e Campania, Piemonte e Lombardia sono state superate, speriamo che una sana rivalità per contendere il primato spinga a un maggior impegno anche altre regioni.

Riciclare è anche un’opportunità di guadagno, sono molte le aziende italiane che traggono profitto dal riciclo dei prodotti più disparati: dalle bucce d’arancia per i tessuti, ai pannolini usati per recuperare plastica e cellulosa, dai funghi ottenuti dai fondi di caffè, ai pneumatici usati per creare suole di scarpe.
L’impegno delle aziende per ridurre l’impatto degli imballaggi è un’altra soluzione per contrastare il problema dei rifiuti, coma la linea menoplastica di Fumagalli Salumi, un esempio concreto per aiutare l’ambiente.

Fumagalli Salumi

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+
Anche l’Italia ha una legge contro lo spreco alimentare
Il dibattito sugli OGM si arricchisce di nuovi dati

Comments are closed.

Top
LOADING CONTENT