We are apologize for the inconvenience but you need to download
more modern browser in order to be able to browse our page

SOSTENIBILITÀ

Massimo impatto sui consumatori,
minimo impatto sull’ambiente.

29 maggio 2015

Lo sviluppo economico è un vorace consumatore di energia

Esiste un equilibrio sostenibile tra domanda di risorse energetiche e salvaguardia dell’ambiente?

I limiti dello sviluppo, questo era il titolo di una pubblicazione degli anni settanta dove si leggeva a chiare lettere che il Pianeta avrebbe perduto in brevissimo tempo le proprie risorse vitali.
La prospettiva di una Terra prosciugata da una sorte inquietante, dove caverne, palafitte e striminziti falò sarebbero stati gli alloggi di un popolo smarrito e superstite, condannato a ingaggiare primitive lotte per la sopravvivenza, ha influenzato a lungo l’immaginario collettivo.
Tale allarmismo, generato da segnali preoccupanti, non solo ha incrementato una creatività letteraria e cinematografica utile ad aprirci gli occhi sugli sprechi, ma ha altresì migliorato le nostre conoscenze e coscienze circa le risorse energetiche del pianeta.

Abbiamo percorso velocemente lo spazio di tempo tra l’uso smodato delle bombolette spray, “primo buco nell’ozono”, al concetto di “sostenibilità”, che oggi tutti riconoscono come parte fondante della proprio comportamento etico, sociale e ambientale. Ma la situazione è comunque critica.
Infatti anche se i consumi sono in stretta connessione con un monitoraggio attento, l’emissione di gas serra è responsabile di almeno due terzi dei cambiamenti climatici e con l’incremento demografico in rapida ascesa, tale consumo sarà direttamente proporzionale. Per questo l’obiettivo internazionale è portare le emissioni di CO2 a un limite di concentrazione nell’atmosfera al di sotto di 450 parti per milione. Il cosiddetto «scenario 450».
Un difficilissimo obiettivo, legato a un taglio netto di emissioni di gas serra, ossia della metà dei suoi consumi da qui ai prossimi quarant’anni. Per alcuni se i paesi sviluppati non si comporteranno in questo modo, il problema non potrà essere risolto altrimenti. Il Primo dicembre si terrà la riunione internazionale a Parigi sulle energia e questo sarà il tavolo della discussione.

http://www.fumagallisalumi.it/certificazioni/

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+
Dall'energia solare un importante primato per l'Italia
Una luce blu al posto dei pesticidi

Comments are closed.

Top
LOADING CONTENT