We are apologize for the inconvenience but you need to download
more modern browser in order to be able to browse our page

SICUREZZA

La tranquillità
di chi acquista e consuma
è puro orgoglio aziendale.

19 giugno 2015

L’OMS lancia l’allarme: la prossima epidemia alimentare sarà quella dell’obesità

Per l’Europa si prospettano scenari preoccupanti se non si inverte l’aumento esponenziale di cittadini sovrappeso o obesi.  

L’organizzazione Mondiale della Sanità ha stilato una tabella intuitiva su alcuni dati disponibili che riguardano il comportamento alimentare della popolazione europea.

Le previsioni che sono emerse hanno messo in luce un allarmante risultato e cioè che entro il 2030 il 70% degli uomini potrebbe essere sovrappeso, mentre l’aumento di peso per le donne ne coinvolgerà il 50% circa. Le analisi compiute riguardano 57 paesi europei.

Nonostante il rapporto sottolinei una diffusa coscienza alimentare e scelte oculate nei confronti di alimenti “sani”, la tabella stilata dall’OMS presuppone diverse cause che possono acuire il problema in termini endemici. Si sa che possono essere molteplici le ragioni che sottendono l’obesità.

Non si tratta semplicemente o solo di magiare troppo e in maniera smodata. I fattori che fanno deviare il nostro corpo verso un indice di massa corporea (BMI) compreso tra 25 e 29.9, o verso l’obesità che ha un indice BMI di 30 o superiore, sono in termini generali, ricollegabili anche ad alcune cause. Tra queste non sono da escludere l’aumento delle intolleranze alimentari, lo stress quotidiano che disturba il sonno e i reiterati strappi alla regolarità di una dieta, suffragati dall’illusione di poter controbilanciare con l’attività sportiva. Ma anche mangiare troppo poco può essere estremamente dannoso per il controllo del peso, perché rallenta in maniera importante il metabolismo.

Altrettanto discutibili sul piano della salute fisica sono le bevande ad alto contenuto calorico, che molto spesso vengono considerate ininfluenti nelle battaglie individuali con la bilancia. Certo si tratta di una previsione, di un ritratto non nitido di ciò che potrebbe accadere da qui a qualche anno, ma questo allarme sottolinea senza ombra di dubbio la necessità una campagna di prevenzione sull’obesità molto più efficace rispetto allo stato attuale.

http://www.fumagallisalumi.it/bio/

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+
La contraffazione dei prodotti enogastronomici italiani dimostra la necessità di controlli continui ed efficaci

L’Agropirateria all’attacco del Belpaese

Comments are closed.

Top
LOADING CONTENT