We are apologize for the inconvenience but you need to download
more modern browser in order to be able to browse our page

SOSTENIBILITÀ

Massimo impatto sui consumatori,
minimo impatto sull’ambiente.

10 febbraio 2017

Un allevamento attento al benessere animale è un allevamento più sostenibile

Cresce in tutta Europa la consapevolezza della necessità di ammodernare la zootecnia.

Le richieste del mercato e la nuova sensibilità dei consumatori hanno spinto molti produttori europei ad adeguarsi e applicare gli standard degli allevamenti bio e attenti al benessere animale; una tendenza che aumenta anche nel nostro paese.

I vantaggi dell’applicazione di questi standard non si limitano agli aspetti etici legati ad un’attenzione maggiore alle esigenze degli animali, ma si estendono al miglioramento della qualità dei prodotti ottenibili e all’incremento della loro sicurezza per il numero maggiore e più stringente dei controlli previsti.

Inoltre anche l’impatto ambientale di questo tipo di zootecnia è minore, per le limitazioni o in alcuni casi l’assenza di trattamenti farmacologici e l’impiego di mangimi e foraggio bio.
L’allevamento su paglia e lo spazio maggiore a disposizione degli animali riducono il rischio di ferite e aumentano la pulizia dell’allevamento, limitando la necessità di interventi, l’impiego di risorse e, quindi, il volume delle emissioni di CO2.

Fumagalli salumi, azienda pioniera in questa tipologia di allevamento, ha creato una filiera bio e una filiera benessere animale di proprietà, certificata al 100%. Un impegno che ha fruttato notevoli riscontri sul mercato e le ha permesso di ottenere importanti riconoscimenti anche in campo internazionale.

La filiera Benessere Animale

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+
Eticità, sostenibilità e filiera controllata sono le richieste del mercato internazionale e italiano.
La green economy italiana funziona

Comments are closed.

Top
LOADING CONTENT